Venerdì 14 Agosto 2020

Acqui Terme

Incendi: al Catasto la mappatura delle aree percorse dalle fiamme

Incendi: al Catasto la mappatura delle aree percorse dalle fiamme

ACQUI TERME - Circa tre anni fa l’Acquese fu interessato da diversi incendi. L’estate siccitosa, le sterpaglie lungo le strade a portata di cicca di sigaretta e (rari) fenomeni di autocombustione, furono le cause di diversi roghi che, toccando ampie plaghe boschive, impegnarono non poco vigili del fuoco e squadre di volontari dell’A.I.B. Oggi si fa tesoro dei dati informativi legati a quelli eventi e si creano mappe delle aree percorse dalle fiamme. L'aggiornamento periodico del Catasto comunale, in verità imposto dal Legislatore, riverbera effetti anche sulla circolazione delle proprietà immobiliari, terreni e fabbricati. Ad esempio per 15 anni la destinazione di queste non potrà essere modificata rispetto a quella preesistente l’incendio. In tali aree però sarà consentita la realizzazione di opere pubbliche che si rendono necessarie per la salvaguardia della pubblica incolumità e dell’ambiente. Per 10 anni nelle zone boscate o nei pascoli i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco, è vietata la realizzazione di edifici nonché di strutture e infrastrutture finalizzate ad insediamenti civili o attività produttive. Per anni 5 è vietato lo svolgimento di attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche, salvo il caso di specifica autorizzazione concessa dal Ministro dell’Ambiente.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Coronavirus

Oggi quattro casi in più, tre guariti e nessun decesso

04 Agosto 2020 ore 17:19
.