Lunedì 27 Settembre 2021

Acqui Terme

Terme: "Ospiti? Come l'anno scorso"

Parla Giovanni Rebora, direttore sanitario di Terme Spa

Acqui

Il Grand'hotel delle terme di Acqui

ACQUI TERME - Ferie già fatte per i lavoratori del comparto termale. «Ora è tempo di lavorare - scherza il direttore sanitario di Terme di Acqui Spa, Giovanni Rebora - Siamo aperti dal 21 giugno, o meglio abbiamo aperto lo stabilimento di cura Nuove Terme, e forniamo esclusivamente trattamenti terapeutici soggetti ai così detti Lea (Livelli assistenziali di assistenza) pagati in gran parte dal Sistema Sanitario Nazionale e per i quali non serve il Green Pass». Ci spiega il dottore che la struttura è un po’ come una clinica per cui vigono le stesse norme. «C’è da dirsi che la maggior parte della nostra clientela è vaccinata (parlo del 95%) - riferisce - Facciamo una specifica domanda nel nostro questionario d’ingresso, accanto ad altre su patologie compatibili o meno con i trattamenti termali. Applichiamo procedure messe in campo già l’anno scorso, anche a fine novembre, quando c’erano 40mila contagi al giorno: presso di noi non c’è stato alcun focolaio. Il nostro personale oggi è tutto vaccinato, come la clientela, quindi saremmo in una situazione ottimale».

"Presenze? Come nel 2020"

Però poche presenze. «Il paragone può essere fatto con l’anno scorso e siamo sulla stessa linea, non certo con gli anni ordinari quando non c’era il Covid ed erano aperti due stabilimenti - spiega - Da anni il settore vive una flessione dovuta alla crisi economica mondiale. L’interesse per il benessere e l’apertura della Spa Lago delle Sorgenti aveva aperto spiragli di ripresa, quando il terapeutico era in calo. Già prima della pandemia era in programma di chiudere a luglio uno stabilimento e lasciare aperto solo il Regina. Poi è arrivato il Covid e tutto è cambiato. Oggi lasciamo aperto il Nuove Terme perché è più vicino alla stazione e agli alberghi». Il Grand Hotel invece è chiuso. «Sì. Siamo però a disposizione della clientela alloggiata in strutture vicine e di quelli viaggianti».


E poi c'è il Regina

Panico diffuso per camion cisterna vicino al ‘Regina’. «Ci portano via i fanghi» ha allarmato qualcuno. «Ma dove vuole che li portino - sbotta sorridendo - Una fake news. Solo manutenzione». Perché le sedi wellness rimangono chiuse? «Una scelta della proprietà fondata su una riflessione complessa - risponde - L’altalena dei contagi, le nuove varianti, le disposizioni di distanziamento, capienza riducono l’a ppetibilità dell’offerta benessere. Si fa presto a dire ‘i Pater fanno un dispetto’. Un imprenditore serio deve valutare tante variabili»

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelletto d’Orba

Incidente di caccia: un uomo
trasportato in ospedale, è grave

19 Settembre 2021 ore 16:30
La tragedia

Morto nella notte il cacciatore ferito da un cinghiale

20 Settembre 2021 ore 10:11
.