Martedì 24 Novembre 2020

Acqui Terme

Il Covid "spreme" la Mensa della Fraternità: dal Comune aiuti economici

La cooperativa CrescereInsieme nei mesi estivi ha dovuto attingere alle proprie casse

'Fraternità': una mensa dalle mille anime

ACQUI TERME - Durante la prima ondata epidemica e nei successivi mesi estivi la 'Mensa della Fraternità' della Caritas, gestita dalla Cooperativa CrescereInsieme, ha reso alla comunità acquese e in particolare ai suoi abitanti meno fortunati un prezioso e determinante contributo. Nei mesi di marzo e aprile, infatti, sono stati circa 200 in media i pasti giornalieri preparati e consegnati a domicilio dai volontari delle varie associazioni del territorio. Nei mesi estivi, poi, nella sede di via Cassino hanno continuato a beneficiare del servizio circa 130 persone al giorno. 

Uno sforzo notevole che a partire dal mese di giugno ha costretto CrescereInsieme ad attingere dalle proprie casse per l'acquisto dei generi alimentari a causa della diminuzione delle donazioni e all'azzeramento delle attività di catering. La cooperativa, perciò, nel mese di settembre si è vista costretta a chiedere un supporto economico direttamente all'amministrazione comunale. Una richiesta di aiuto accolta da Palazzo Levi, che con una determina ha stabilito l'erogazione di 9 mila euro destinati alla cooperativa quale misura di sostegno per far sì che la mensa possa continuare a garantire la somministrazione e la consegna dei pasti a domicilio.  

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

Animalisti

Caccia in zona rossa? "Il solito favore ingiustificato"

14 Novembre 2020 ore 12:28
Il lutto

Il Covid si porta via
Pier Paolo Caniggia

22 Novembre 2020 ore 13:48
.