Lunedì 26 Ottobre 2020

Acqui Terme

Candidatura a "Città del vino": «Punteremo su marketing territoriale»

Acqui, Casale e Ovada insieme per il 2023. Lucchini: «Nuovi progetti per turismo e territorio»

Candidatura a "Città del vino": «Punteremo sul marketing territoriale»

ACQUI TERME - Sabato 29 agosto nell'Enoteca Regionale di Ovada il sindaco Lorenzo Lucchini insieme ai parigrado di Casale e Ovada ha firmato il protocollo d'intesa per presentare la candidatura congiunta a “Città europea del vino 2023”, prestigioso riconoscimento che premia territori particolarmente rappresentativi dal punto di vista vitivinicolo. «Questa candidatura è molto importante perché rappresenta uno dei primi passi dell'associazione Gran Monferrato – ha sottolineato il primo cittadino acquese - che riunisce i Comuni di Acqui, Casale e Ovada all'interno di un piano che prevede operazioni di marketing territoriale attraverso un portale dedicato per dare spazio a produttori, cantine e a tutti coloro che intendono indirizzare le proprie attività imprenditoriali nel turismo».

«Insieme ai sindaci Federico Riboldi, Paolo Lantero e con l'assessore regionale all'Agricoltura, Marco Protopapa, abbiamo discusso dell'importanza di questa candidatura ai fini della valorizzazione dei nostri territori – ha continuato Lucchini - che facendo rete possono mettere in risalto le proprie eccellenze enologiche e aziendali con maggiore efficacia. Nell'auspicio di essere insigniti del prestigioso riconoscimento abbiamo già in cantiere nuovi progetti legati al turismo e alla valorizzazione del territorio».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

novi ligure

Villa Minetta, va deserta l'asta: nessuno la vuole

22 Ottobre 2020 ore 08:15
La tragedia

“I Vincenti responsabili”. Il Gup: imprudente...

20 Ottobre 2020 ore 18:25
.