Sabato 04 Luglio 2020

Acqui Terme

Ospedale: il Centrodestra propone un tavolo permanente

«È nostra intenzione istituire un tavolo permanente sulla sanità che coinvolga tutti gli amministratori» fa sapere la Lega

Ospedale: il Centrodestra propone un tavolo permanente

ACQUI TERME - La vicenda del presidio permanente presso l’ospedale del sindaco Lorenzo Lucchini ha attirato l’attenzione dei media acquesi di fine anno. La dimostrazione di forza contro il provvedimento del commissario Galante che disponeva il distacco funzionale dei cardiologi acquesi presso il nosocomio di Casale, ha acceso i riflettori sul ‘Galliano’ interrogando politici, tecnici ed opinione pubblica sul futuro della sanità staziella. La tenzone Lucchini-Galante si è poi sgonfiata alla luce di rassicurazioni sui servizi cardiologici e promesse di decisioni concertate. 

Anno nuovo, buoni propositi, a partire dal Centrodestra acquese. Bertero, Lelli, Zunino e Cerini della Lega hanno pensato ad una sede di confronto periodica. «Come proposto in precedente occasione, è nostra intenzione istituire un tavolo permanente sulla sanità che coinvolga tutti gli amministratori, le forze politiche e sociali di Acqui Terme e dell’Acquese per la salvaguardia della sanità locale ed in particolare dei servizi attualmente erogati dal nostro ospedale e dal distretto sanitario – ha spiegato il segretario della Lega Marco Cerini - Nei giorni scorsi è iniziata un’attività di monitoraggio finalizzata a valutare le criticità e le potenzialità del nostro ospedale e dei servizi territoriali al fine di giungere alla formulazione di una serie di proposte concrete e soprattutto realizzabili per il nostro sistema sanitario da portare all’attenzione del commissario straordinario dell’Asl Valter Galante, dell’assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi ed al neo direttore regionale Fabio Aimar grazie anche all’ interessamento del nostro assessore regionale Marco Protopapa». 

Oggetto dell’analisi critica di tecnici e consiglieri, la Sanità periferica così come disegnata, illo tempore, dal connubio Chiamparino-Saitta. «C’è la massima volontà da parte dell’attuale amministrazione regionale per fare il possibile per rimediare al disastro predisposto dalla Giunta di centro sinistra impegnandosi affinché vengano compiute scelte giuste per il nostro ospedale ed allo stesso tempo che non avvengano ulteriori tagli – hanno spiegato gli istanti - Per questo motivo chiediamo la collaborazione di tutti, in particolare delle forze politiche di maggioranza e di minoranza che attualmente siedono a Palazzo Levi ed in Regione». Il Centrodestra chiede a gran voce di non perdere altro tempo ed istituire il tavolo permanente sulla sanità. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il lutto

Addio a don Franco Cresto

02 Luglio 2020 ore 20:35
.