Domenica 26 Gennaio 2020

Acqui Terme

Cinquanta 'Alberi per il futuro' lungo la ciclabile

Il Comune di Acqui aderisce al progetto nazionale per la creazione di boschi urbani

Cinquanta 'Alberi per il futuro' lungo la ciclabile

ACQUI TERME - Il Comune di Acqui ha aderito all’iniziativa nazionale “Alberi per il futuro”, un progetto nato nel 2015 tra Reggio Emilia e Milano, che ogni anno conta nuovi comuni aderenti nella creazione di boschi urbani e, in generale, nell’aumento delle dotazioni arboree delle comunità. A oggi si contano più di 40.000 alberi piantati in oltre 200 comuni d’Italia. «Questo progetto contribuisce a migliorare le condizioni ambientali dei suoi abitanti, infatti, ogni albero assorbe intorno ai 15 kg di CO2 e produce ossigeno per 2,5 esseri umani – hanno spiegato da Palazzo Levi - Un albero assorbe e blocca le polveri sottili, incamera ozono e migliora il microclima. La creazione di boschi urbani aiuta il contenimento dell’inquinamento, sia acustico che dell’aria e favorisce la biodiversità. La forestazione urbana contribuisce anche all’abbassamento delle temperature di 1-2 gradi e previene il consumo del suolo».

L’assessore all’Ambiente Maurizio Giannetto, insieme ai cittadini, metterà a dimora cinquanta salici nell’area della pista ciclabile. Il ritrovo è fissato per domenica 17 alle 9. «Penso che questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore  all’Ambiente – possa aiutare a creare una coscienza per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente sia per la nostra società che per le generazioni future. Sarà un modo per lasciare un segno significativo e tangibile del nostro passaggio, migliorando il posto in cui viviamo. Se ben curati, gli alberi che piantiamo oggi, regaleranno ombra e benessere ai nostri figli. Invitiamo tutti i cittadini della nostra città a partecipare a questo gesto concreto per la cura del nostro territorio e del nostro pianeta».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Melazzo

A Melazzo i lupi nel cortile di casa: è emergenza?

23 Gennaio 2020 ore 10:18
La svolta

Omicidio Pregnolato: Michele Venturelli ha confessato

25 Gennaio 2020 ore 20:58
.