Sabato 17 Agosto 2019

Salute

Esami e visite: nell'Acquese si possono prenotare in farmacia

Protocollo d’intesa tra l’ASL AL e le farmacie di Bistagno, Montechiaro d’Acqui, Ponti, Ponzone e Spigno Monferrato

Il Comune pronto a vendere le farmacie?

Dai primi di luglio è possibile prenotare esami e visite in farmacia. Sarà infatti esecutivo il protocollo d’intesa tra l’ASL AL e le farmacie di Bistagno, Montechiaro d’Acqui, Ponti, Ponzone e Spigno Monferrato per l’attivazione sperimentale del servizio di accettazione e refertazione degli esami di laboratorio e di prenotazione di visite ed esami specialistici.

Grazie alla disponibilità dei Comuni, che hanno messo a disposizione i locali, e di Federfarma che ha sostenuto l’iniziativa, le farmacie accetteranno le prenotazioni di esami del sangue, oltre che quelle di visite specialistiche ed esami strumentali da svolgere sull’intero territorio provinciale. Saranno inoltre in grado di stampare i referti degli accertamenti eseguiti dai pazienti che si presenteranno con documento di identità o apposita delega. 

Nell’Acquese, le caratteristiche geomorfologiche del territorio e il profilo socio-demografico ed epidemiologico della popolazione residente, sono connotati da una forte dispersione territoriale, cui si accompagna una situazione di evidente difficoltà nei trasporti e nei collegamenti. Si è quindi ritenuto utile per tutti i cittadini accrescere il numero di punti di accesso ai servizi sanitari, a maggior ragione in un territorio in cui è nota la particolare incidenza di popolazione anziana (con una percentuale di residenti ultrasessantacinquenni superiore alla media aziendale e regionale), affetta da pluripatologie e a crescente tasso di dipendenza.

La gestione dell’accettazione e refertazione degli esami di laboratorio e la prenotazione di esami e visite specialistiche rappresentano per l’ASL AL attività strategiche, anche in considerazione dell’elevato numero di cittadini che ne usufruiscono, e di cui si ritiene opportuno favorire ulteriormente l’accessibilità a tali servizi, anche a livello periferico. 

Mercoledì 3, inoltre, a complemento di questo progetto di ‘farmacia di servizi‘ a Ponzone il sindaco Fabrizio Ivaldi e il direttore del Distretto Claudio Sasso, presente il Sindaco di Acqui, hanno inaugurato i nuovi locali dell’ambulatorio della cronicità messi a disposizione dal Comune, in cui svolgeranno attività i medici di assistenza primaria e l’infermiera di famiglia e di comunità, con l’obiettivo di una presa in carico dei pazienti cronici e fragili con percorsi diagnostici terapeutici ed assistenziali e piani di cura personalizzati.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Molare

Piccoli comuni alla disfida del "porta a porta"

09 Agosto 2019 ore 05:00
.