Sabato 23 Ottobre 2021

Il caso

Emergenza abitativa: Andrea e la madre disabile in cerca di un tetto

"Il Comune ci ha detto che non ci sono alloggi disponibili"

Emergenza abitativa: Andrea e la madre disabile in cerca di un tetto

ACQUI TERME - Il Covid ha reso ancora più difficile la vita per le persone meno abbienti e ad Acqui Terme sono diversi i nuclei familiari in stato di bisogno che non riescono a trovare una casa. Andrea Armano ci ha raccontato la sua storia: «Ho 44 anni, vivo ad Acqui Terme con mia mamma Maria Argentina Armano di 65, invalida al 100% a causa di un’intossicazione da monossido di carbonio – riferisce – Due anni fa mio papà è mancato a causa di un incidente e da allora mi prendo cura di lei, una persona che ha bisogno di assistenza continua per questo non lavoro».

"Ereditati soldi, ma non possiamo usufruirne"

Fino a sei mesi fa Andrea e sua madre vivevano in un alloggio in via Gramsci. Poi le lamentele del vicinato, infastidito dalle grida della signora (affetta anche da problematiche mentali), hanno costretto il proprietario di casa a dargli lo sfratto e da allora vivono alla giornata, alla perenne ricerca di un tetto sotto cui stare.
«La situazione è assurda – continua Armano – Mia mamma percepisce la pensione (circa 800 euro) ma non possiamo prendere autonomamente una casa perché i suoi beni sono amministrati da un tutore nominato dal Tribunale e a me, in quanto disoccupato, nessuno affitta nulla. Tra l’altro mia madre, sei mesi fa, ha anche ereditato da una zia dei soldi che consentirebbero di sistemarla in una residenza dove riceverebbe l’assistenza di cui ha bisogno».

La situazione è critica. Al momento Andrea e la signora Maria hanno trovato riparo in una casa di un paese vicino ad Acqui, in una stanzetta messa a disposizione da un amico, indigente anche lui. I locali, assolutamente insani, sono divisi con tre famiglie di extracomunitari. Avete segnalato la vostra situazione alle autorità? «Abbiamo chiesto aiuto al Comune ma ci hanno detto che non hanno alloggi a disposizione  – risponde Andrea – Mia mamma ha diritto ad una sistemazione dignitosa. L’amministratore di sostegno ci ha riferito che per incassare l’eredità dobbiamo aspettare ancora sei mesi. Nel frattempo come facciamo?».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Spinetta Marengo

Mortale di Spinetta: la vittima
è una donna novese di 49 anni

22 Ottobre 2021 ore 15:00
L'annuncio

Green Pass e lavoro: Draghi firma il nuovo Dpcm

14 Ottobre 2021 ore 18:45
.