Martedì 24 Novembre 2020

Acqui Terme

In arrivo le agevolazioni Tarip per il lockdown

«Lo avevamo promesso e ora lo applichiamo», dice il vicesindaco Paolo Mighetti 

In arrivo le agevolazioni Tarip per il lockdown

ACQUI TERME - Pronti i contributi comunali sulla tariffa rifiuti per le attività economiche più colpite dall’emergenza sanitaria. Da oggi al 23 novembre, sul sito del Comune di Acqui Terme, sarà possibile fare richiesta per i soggetti titolari di attività industriali, artigianali, commerciali e professionali.

«L’agevolazione viene concessa, a seguito di istruttoria comunale, alle utenze non domestiche con sede operativa nel Comune di Acqui Terme, assoggettate alla Tarip nel 2020 che nel corso dell’anno abbiano subito la chiusura dell’attività a seguito di provvedimenti ministeriali o regionali e, pertanto, abbiano usufruito in maniera ridotta del servizio di raccolta rifiuti – spiegano da Palazzo Levi - Il contributo andrà a ridurre la bolletta di conguaglio Tarip anno 2020, emessa da Econet».

«Lo avevamo promesso e ora lo applichiamo – aggiunge il vicesindaco Paolo Mighetti – le attività economiche che hanno vissuto sulla propria pelle le conseguenze della crisi dovuta al Covid-19 potranno avere delle agevolazioni sulla bolletta Econet. Dopo la riduzione del canone Cosap e gli interventi economici per il sostegno alimentare, continuiamo a dare una mano concreta ai cittadini in un momento davvero molto difficile per l’economia e per il lavoro nella nostra città».

Per accedere alle agevolazioni è necessario che i soggetti siano in regola con il versamento dei tributi comunali nonché della Tarip 2019 alla data di presentazione della domanda, oppure abbiano in corso un piano di rateizzazione per cui  isultino essere in regola con i pagamenti. Nel caso in cui le agevolazioni complessivamente dovute, sulla base delle domande pervenute, siano superiori al budget complessivo stanziato dall’ente locale a fronte dell’emergenza Covid-19, si procederà alla ripartizione delle agevolazioni in maniera proporzione.

«Questo momento delicato che stiamo vivendo – conclude il sindaco Lorenzo Lucchini – tende a minare, oltre alla salute, anche la tenuta sociale del nostro territorio. Le ripercussioni economiche, durante questa emergenza sanitaria, ci hanno spinti ad adottare misure finalizzate a dare un aiuto concreto alla nostra comunità». Poco spazio ai furbetti: il Comune effettuerà controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini dell’accesso al beneficio, anche richiedendo la produzione di specifiche attestazioni.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

Animalisti

Caccia in zona rossa? "Il solito favore ingiustificato"

14 Novembre 2020 ore 12:28
La curiosità

I The Show? Stanno girando i loro video da Casale

23 Novembre 2020 ore 17:23
.