Domenica 20 Settembre 2020

Cassinelle

Cassinelle ancora in crisi idrica

«Serve ancora un ultimo sforzo per dare modo ad Amag di completare l'intervento di ripristino» dichiara il sindaco

Cassinelle ancora in crisi idrica

CASSINELLE - Da venerdì scorso il comune di Cassinelle sta affrontando una crisi idrica dalla quale fatica ad uscire. Un problema all'acquedotto Amag ha lasciato a secco i rubinetti del paese e così, attivati dalla Casa comunale, la Protezione Civile di Acqui Terme, diretta da Lorenzo Torielli, si è mossa alla volta del borgo in altura per portare sostegno alla popolazione. La fornitura è copiosa: un’autocisterna e diversi cassoni, ciascuno da 200 sacche di acqua da 2 litri confezionate dagli stessi volontari, sono a disposizione al centro del paese.  «I contenitori sono stati messi a disposizione dell'autorità comunale - spiega Torielli - Il quantitativo fornito consente di affrontare le esigenze primarie».

Nonostante l’attivazione dei tecnici, ancora non si è riuscito a risolvere il problema. Il sindaco Roberto Gallo ha lanciato un appello ai propri concittadini: «Vi chiedo un ultimo sforzo per dare modo ad Amag di completare nelle giornate di oggi e domani l'intervento alla traversa dell'Orba a Molare. Per poter terminare gli allacci non sarà possibile pompare acqua in vasca nemmeno in quantità ridotta come nei giorni scorsi; dovremo resistere con la poca acqua che arriva da Bandita e con la riserva che si è accumulata tra ieri sera e stanotte. Oggi la temperatura con qualche grado in meno dovrebbe darci una mano. Tenete i rubinetti chiusi il più possibile, non innaffiate, non riempite botti, vasche. Per necessità in piazza San Defendente c'è l'autobotte della Protezione Civile e ci sono i cassoni con le sacche nella piazza del vecchio Comune ».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il caso

Medico positivo va al lavoro? Ospedale
in subbuglio

11 Settembre 2020 ore 16:16
.