Martedì 11 Agosto 2020

Polizia

Acqui e Bistagno: 40 veicoli ammassati e non demoliti, quattro denunce

L'operazione della stradale di Acqui

La carta d'identità è rumena ma il camionista è un moldavo ricercato

ACQUI TERME - Gli Agenti della Polizia Stradale di Acqui Terme hanno recuperato tra Acqui e Bistagno oltre 40 mezzi ormai abbandonati da tempo (alcuni anche da 10 anni), tutti ormai da considerarsi "rifiuto" e quindi da consegnare alle specifiche imprese per il corretto recupero e smaltimento di tutte le parti, anche quelle ad alto potenziale d'inquinamento.

I proprietari delle aree dove sono stati recuperati i veicoli: G.C. classe 1943 di Bistagno, F.B. classe 1961 di Bistagno, E.B. classe 1970 di Acqui Terme e P.P. classe 1950 di Acqui Terme, sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria per aver ammassato rifiuti senza gli opportuni accorgimenti (ex D.Lgs 152/06). I proprietari delle vetture (di immatricolazione italiana o straniera), invece, sono stati sanzionati con l'applicazione di una multa di euro 1.667,67 oltre al pagamento delle spese per la demolizione.

La Polizia Stradale ricorda che un veicolo resta nella disponibilità del suo proprietario/intestatario sino alla demolizione e pertanto rimane suo onere curare la consegna alle regolari attività di smaltimento. Sono in corso, in questi giorni, le notifiche dei verbali di contravvenzione che riguardano anche diversi residenti in Provincia.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.