Lunedì 16 Dicembre 2019

Ponzone

Le 'Mamme della corriera' contro l'isolamento di Ponzone

L'On. Fornaro: "Per l'emergenza in Piemonte già stanziati 19 milioni di euro"

Le 'Mamme della corriera' contro l'isolamento di Ponzone

PONZONE - Il paese di Ponzone è stato drammaticamente colpito dall’alluvione dei giorni scorsi. La totalità delle strade comunali è stata interessata da frane e smottamenti e cartelli di interruzione bloccano l’accesso delle arterie, piccole e grandi, dirette al circondario.

«Lo sappiamo, la situazione è critica per tutti ma a Ponzone è tragica» è questo l’urlo berciato dalle ‘Mamme della corriera’, un gruppo di ponzonesi che da giorni combattono l’isolamento logistico conseguente all’alluvione. «Il servizio pubblico dei bus di Autostradale è stato ridotto a sole due corse, una al mattino presto ed una intorno all’una, riservate esclusivamente agli studenti - ha denunciato una mamma del gruppo - Considerato che la maggior parte dei ragazzi fa il ‘rientro’ e quindi finisce nel pomeriggio, siamo comunque costretti ad andarli a prendere con le nostre auto».

Per ottimizzare le risorse, i genitori di Ponzone hanno organizzato una chat nella quale ripartiscono turni e posti auto. Inoltre, attese le condizioni impraticabili della Sp210, interessata da una ventina di fenomeni franosi, l’attuale servizio bus transita, scortato dalla Protezione civile o dai Carabinieri, lungo una strada comunale. «Una via stretta, non adatta a sopportare l’incremento di traffico di questi giorni e che sarà impraticabile quando arriverà la neve - ha continuato l’intervistata - Abbiamo formalizzato un richiesta di modifica del percorso seguito della corriera facendola passare per Cassinelle. Abbiamo poi chiesto di aggiungere altre corse al mattino ed alla sera estendendo la possibilità di accedervi anche agli altri utenti. Ci sono tante persone che utilizzano il mezzo per andare a lavorare ed altrettante, soprattutto gli anziani, che ne hanno bisogno per andare dal medico, in farmacia e fare la spesa. Da quando c’è stata l’alluvione, le frazioni sono totalmente isolate e non hanno alcuna possibilità di raggiungere il paese con i mezzi pubblici».

Stamani, l’onorevole Federico Fornaro ha informato delle iniziative legate alla dichiarazione dello stato di emergenza del Consiglio dei Ministri. E’ stato previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro, spiega la comunicazione, di cui 19.634.880,93 andranno al Piemonte. Precisando: «Come previsto dalla normativa, saranno successivamente stanziate ulteriori risorse per l'attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate».

Nella speranza di un’immediata attivazione dei cantieri, le Mamme della Corriera chiedono comunque e a breve giro, una pianificazione del trasporto pubblico che tenga conto delle esigenze di tutta l’utenza, ancor più nella perdurante (e chissà per quanto) situazione emergenziale.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo speciale

Il docufilm sulla tragedia
di Quargnento

05 Dicembre 2019 ore 02:00
L'analisi

Mercato
delle seconde case:
il Monferrato piace

05 Dicembre 2019 ore 16:11
Carabinieri

Tre imprenditori
nei guai
per sfruttamento del lavoro

12 Dicembre 2019 ore 14:08
.