Giovedì 11 Agosto 2022

Il progetto

Acqui, inaugurato il nuovo sportello Uepe

Insieme all’Asca curerà il reinserimento sociale dei condannati

21 Ottobre 2021 ore 18:53

acqui-uepe-ufficio-esecuzione-penale-esterna-alessandria

Presentazione dello sportello

ACQUI TERME - L'Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Alessandria è un ufficio del Ministero della Giustizia - Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità – che tra i suoi compiti annovera anche l'osservazione e la stesura dei programmi di trattamento e di reinserimento sociale per le persone che chiedono di accedere alle Misure Alternative alla Detenzione e alle Misure di Comunità, nonché la gestione e il monitoraggio delle misure stesse.

«Gli Uepe hanno il mandato istituzionale di progettare, seguire, sostenere e controllare la concreta realizzazione di misure penali sul territorio, destinate (per le persone che sono state valutate idonee per tale dimensione) ad evitare i rischi di istituzionalizzazione connessi alla detenzione in carcere e, contestualmente, a favorire processi di reintegrazione sociale, giustizia riparativa e incremento della sicurezza sociale, in funzione di una diminuzione della recidiva nella commissione di reati – spiega la Pina Zavettieri, la direttrice provinciale - È evidente che la costruzione di opportunità di reinserimento sociale debba essere imperniata su una solida rete integrata che miri a rispondere alla multi-problematicità che spesso caratterizza le situazioni di devianza e, quindi, debba prevedere il coinvolgimento delle comunità territoriali».

acqui-uepe-ufficio-esecuzione-penale-esterna-alessandria

Responsabile Asca Donatella Poggio e direttrice Uepe alessandrina Pina Zavettieri

Numeri: ad oggi le persone prese in carico dall’Ufficio alessandrino sono poco meno di mille. I casi vengono gestiti da (solo) sette Funzionari di Servizio Sociale. «I soggetti in carico residenti nella zona del distretto sanitario di Acqui Terme - Ovada sono 166 – continua la referente - Intorno ad essi ruotano familiari, servizi, istituzioni ed associazioni. Una maggiore presenza dell'Ufficio sul territorio favorirà un lavoro di rete più efficace, consentendo un utilizzo migliore delle risorse, anche economiche, messe in campo per i progetti del recupero e reinserimento sociale, garantendo, in ultima analisi, una maggiore sicurezza del territorio».

Considerata la vastità del bacino di riferimento l’obiettivo dell’ente è quello di fornire un servizio di prossimità ai cittadini con sportelli territoriali. Nei giorni scorsi è stato inaugurato quello acquese, allocato presso l’ex Tribunale di piazza San Guido, sede dell’Asca (l’ente gestore delle funzioni socio-assistenziali del territorio dell’Acquese) e sarà aperto ogni mercoledì dalle 8 alle 13 (su prenotazione). «Questa scelta è stata determinata anche in considerazione della dimensione di competenza dell’Asca, delle distanze dei paesi più periferici dal capoluogo, dell’insufficiente rete di trasporto pubblico e delle conseguenti difficoltà che i cittadini più vulnerabili incontrano per accedere ad alcuni servizi ed è in linea con il lavoro di comunità che l’Asca sta sviluppando per garantire servizi efficienti ed integrati – ha precisato Zavettieri - Si è concordato di attivare una collaborazione volta a massimizzare l’efficacia con uno sportello di prossimità che possa agevolare l’accesso dell’utenza ai servizi dell’Uepe di Alessandria, offrire prestazioni integrate volte a rispondere alla complessità dei bisogni dei cittadini, sviluppare un lavoro sinergico fra i professionisti dell’Asca e i funzionari dell’ Uepe, volto a garantire un concreto reinserimento sociale del cittadino nella comunità».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Candidature

L'importante è avere amici in segreteria

05 Agosto 2022 ore 16:04
.