Martedì 26 Gennaio 2021

Il racconto

Elide Migliorati: ‘La disabilità non è un limite ai sogni’

Storia di nuove passioni: studio, musica e voglia di aiutare il prossimo

Elide Migliorati: ‘La disabilità non si un limite ai sogni’

Elisa Migliorati

La storia di Elide Migliorati colpisce non tanto per la sfortunata malattia, quanto per la forza con la quale la donna brama di vivere. Oggi ha 36 anni ed è disabile; Elide a 17 anni ha avuto un ictus che purtroppo ha compromesso alcune sue funzioni. «Ho problemi a parlare, difficoltà a camminare da sola (con il mio fisioterapista però riesco) – racconta – Però non voglio parlare del mio passato, voglio guardare al presente e al futuro». Lo sguardo della donna è tutt’altro che rassegnato; alto verso il domani, è fiducioso grazie a tante piccole certezze affastellate quotidianamente. La conoscenza al primo posto. «Prima di stare male, ‘scuola saltami addosso’ – scherza - non mi piaceva studiare. Ora invece ho sete di sapere. Frequento da quanto ho 29 anni il centro diurno Aliante e pratico tante discipline: disegno, atelier, musica, teatro, yoga. Ho scoperto che sono brava a disegnare e ho realizzato diverse cose interessanti con il ‘fai da te’: cuscini, portachiavi e molto altro».

L’approccio all’esperienza è entusiasta ma pragmatico. «Andare al centro ti apre un mondo bellissimo – continua – Qualcuno potrà pensare che un disabile, magari affetto da problemi mentali, non può capire al 100% le attività in cui viene coinvolto. Io non so se è vero, ma posso dire con certezza che lo ‘sentirà’, lo interiorizzerà a modo suo».

Elide si è appassionata alla lettura. Divora libri e recentemente si è dedicata alla Filosofia. «Il mio preferito? Aspetto a dirlo. Per ora sto leggendo Socrate ma vorrei conoscerne di altri per potermi fare un’idea» risponde.

L’idea del sapere dell’intervistata è tutt’altro che statica, è legata all’azione volta a riverberare nel mondo circostante i propri effetti.

Io vorrei farmi conoscere, vorrei che le persone leggessero i miei pensieri, magari come giornalista, ma non per fama. Per dare vita ad una battaglia nella quale si da voce a chi non ce l’ha. Disabile e non

Per questo è appassionata di politica. Simpatizzante del Movimento 5 Stelle, si definisce in primis ‘una cittadina’ e anela un cambiamento di mentalità della ‘vecchia politica’ secondo lei attenta agli interessi personali e di partito e sorda alle difficoltà del popolo in generale e ancor di più a chi vive ogni giorno delle difficoltà.

«La disabilità non è mica un limite – rivendica – Lo dimostrano gli atleti alle para-olimpiadi, gli spettacoli dei comici disabili che con autoironia si prendono in giro (ce ne sono di esilaranti su Youtube), i libri degli scrittori, i dj-set. Un disabile può essere ciò che vuole, fare quel che vuole e soprattutto può aiutare gli altri».

Lezione di musica al centro diurno Aliante

Dalla fucina del centro diurno Aliante è uscita una collaborazione interessante, un progetto che mira ad abbattere le barriere ed a far luce sul potere della disabilità. «Studio musica con Andrea Cavaglieri, il bassista degli Yo yo Mundi che mi ha fatto appassionare a questa arte – conclude Elide – Insieme a Giovanni Facelli abbiamo realizzato una canzone ‘Senza ostacoli’ che parla di disabilità e non solo. Quando il Covid lo permetterà, avremo cura di promuoverla e farla ascoltare a tutti».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Frana in Valle Stura, bloccata
la Acqui - Genova

23 Gennaio 2021 ore 12:18
.