Domenica 22 Maggio 2022

Spigno Monferrato

Quando Federica Brignone fece visita al paese del nonno...

Nel 2017 la campionessa di sci alpino fu ospite della Pro Loco di Spigno Monferrato

Quando Federica Brignone fece visita al paese del nonno...

SPIGNO MONFERRATO - Ci piace pensare che quella visita nel paesino d’origine di suo nonno le abbia portato fortuna: tre medaglie olimpiche, una Coppa del Mondo generale e tre di specialità. Forse non tutti lo sanno, ma la campionessa di sci alpino Federica Brignone, tra le altre cose, è anche socia onoraria della Pro Loco di Spigno Monferrato, paese di mille anime che nel lontano 1926 diede i natali a suo nonno paterno e a cui nel 2017 fece visita su invito della stessa associazione.

«Vederla sollevare la coppa di Supergigante per noi è stata un’altra bella soddisfazione», commenta Angelo Rubba, presidente della Pro Loco spignese. «Quel giorno avrebbe dovuto fermarsi solo un paio d’ore, invece è rimasta con noi per tutto il pomeriggio. È stata molto gentile e disponibile con tutti». L’anno scorso il Comune le ha anche conferito la cittadinanza onoraria, «e con l’occasione ci piacerebbe molto poterla avere di nuovo qui a Spigno».
Nata a Milano ma cresciuta in Val d’Aosta, Federica - la cui mamma è l'ex azzurra e giornalista Ninna Quario - è figlia di Daniele Brignone, cresciuto nel savonese, dove gli avi si trasferirono negli anni ‘30. In paese sono ancora diversi i ‘Brignone’ residenti, «ma che io sappia nessuna parentela diretta con la campionessa», commenta Rubba.

L’invito per un ritorno in quel di Spigno, a ogni modo, è già partito da tempo. «Sappiamo che ora gli impegni per lei sono aumentati, contattarla è diventato più difficile. Chissà che un giorno non riesca a trovare il tempo per tornare a trovarci».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Pontestura in lutto: muore mamma di 41 anni

18 Maggio 2022 ore 15:57
.