Mercoledì 12 Maggio 2021

Strevi

Centro vaccini nei locali della Pro Loco: "Oggi al via gli over 60"

Dal 2 aprile a Strevi è attivo l'hub vaccinale voluto dal sindaco Alessio Monti

Centro vaccini nei locali della Pro Loco: "Oggi al via gli over 60"

STREVI - È partito tutto in sordina e senza molti proclami. Dal 2 aprile, a Strevi, è attivo nei locali della Pro Loro un centro vaccinale gestito dal Comune, «dove finora sono stati inoculati oltre 200 vaccini ai residenti del paese compresi nella fascia d'età 70-79, numero che equivale all'incirca al 10% della popolazione», spiega il sindaco Alessio Monti. È stato proprio il primo cittadino, in collaborazione con il medico condotto Claudio Perrone, a proporre l'idea al direttore generale dell'Asl di Alessandria Valter Galante, «che si è detto subito entusiasta, a tal punto da presentare l'iniziativa durante una riunione congiunta che si è tenuta a fine marzo con gli altri sindaci del territorio, i quali hanno poi deciso di aderire mettendo a loro volta a disposizione gli spazi dei rispettivi territori comunali».

L'hub di Strevi è stato il primo a essere operativo tra i centri comunali ora attivi nell'Acquese e nel resto della provincia: «Per la nostra amministrazione è motivo di orgoglio essersi fatta promotrice di un'iniziativa che si è rivelata così utile al territorio e che ha contribuito a velocizzare le tempistiche delle inoculazioni». I costi di gestione sono a carico del Comune, come sottolinea con un pizzico di ironia il primo cittadino: «All'Asl abbiamo detto: "Voi dateci i vaccini, che a tutto il resto pensiamo noi"».

Aperto il mercoledì e il venerdì in orario pomeridiano, nel centro vaccinale di Strevi insieme al personale amministrativo operano un'infermiera, i volontari Croce Rossa di Acqui Terme e della locale Protezione Civile, «che coordinano le procedure di accesso assicurandosi che non si creino assembramenti. A pieno regime contiamo di vaccinare 140-150 persone a settimana». A disposizione dell'amministrazione strevese i vaccini Astrazeneca, «e posso assicurare che finora non abbiamo avuto reazioni avverse tra i nostri anziani».

Dopo aver concluso il ciclo di somministrazioni destinate agli over 70, proprio oggi ha preso il via quello riservato alla fascia d'età 60-69.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.