Giovedì 25 Febbraio 2021

L'iniziativa

Bistagno, idee per Natale: voucher in regalo per aiutare il commercio

Vallegra; «Un’idea semplice che può funzionare in una comunità di conoscenti»

In vigore nuovo regolamento per i veicoli nel centro di Bistagno

BISTAGNO - Sui social network è stato anche realizzato un video della consigliera Erika Bertolasco per spiegare le modalità dell’ultima trovata dell’amministrazione comunale. «Non è certo l'idea del secolo, altrove avranno già sperimentato un’iniziativa del genere – ha premesso il sindaco di Bistagno Roberto Vallegra – però ‘Regala un voucher bistagnese’ mi sembra un modo semplice per aiutare i commercianti in un momento così difficile». Il Municipio ha già teso la mano ai negozianti accollandosi la Tassa sui rifiuti per l’anno 2020 e tra qualche giorno aggiungerà questo nuovo progetto dalla funzione ‘ricostituente’. «Ho letto sui social la disperazione dei commercianti locali schiacciati dalla concorrenza di Amazon – racconta l’intervistato - Non ci illudiamo che con questa iniziativa di combattere il colosso del commercio on-line, però, usando una metafora contadina diamo un po' di foraggio agli imprenditori del territorio».

Sentendo parlare una consigliera comunale Erica Bertolasco che per Natale ha deciso di regalare ad un’amica una messa in piega dal suo parrucchiere di fiducia, Vallegra ha pensato di proporre l’idea a tutti i commercianti. «Nel giro di pochi giorni ho ricevuto l'adesione di molti – spiega – Ogni attività emetterà un voucher promozionale relativo ad una prestazione da gestire in libertà». E così ci sarà il bar che al prezzo di 10 caffè emetterà un buono per 11, il supermercato che al costo di 30 euro permetterà una spesa di 35 o la parrucchiera che abbinerà shampoo (gratis) alla messa in piega. 

«Solo in un paese dove ci si conosce tutti un progetto del genere può avere successo – è la riflessione del primo bistagnese – Tra amici sappiamo in quale bar si prende il caffè, da quale estetista si va a fare la ceretta, in quale ristorante si preferisce mangiare la pizza». 

Contrariamente ad altri paesi dell’Acquese, Bistagno pullula di partite iva. Ad esempio ci sono tre parrucchieri, sei bar, molti ristoranti, supermercati e tanti altri negozi di cose utili. C’è anche una tipografia ma all’acquisto delle locandine promozionali e dei buoni ci penserà il Comune. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Addio a Sonia Merlo, «amica altruista
e collega gentile»

19 Febbraio 2021 ore 09:25
Novi Ligure

‘Villa Minetta’ aggiudicata all’asta

16 Febbraio 2021 ore 18:35
La tragedia

Bistagno, schianto mortale in periferia

19 Febbraio 2021 ore 21:05
.