Sabato 04 Luglio 2020

Economia

Commercianti acquesi chiedono sgravio sulle imposte

Riunione a Palazzo Levi tra la Giunta comunale e i rappresentanti di Confesercenti e Confcommercio

I commercianti acquesi chiedono lo sgravio sulle imposte

ACQUI TERME - Nella giornata di ieri si è riunito il primo tavolo di discussione in merito alle iniziative da intraprendere a sostegno del commercio acquese. Alla riunione, oltre ad una rappresentanza della Giunta comunale, hanno partecipato i membri locali di Confesercenti e Confcommercio. 

«Tra le problematiche affrontate - si legge nel comunicato diramato da Palazzo Levi - si è discusso della riapertura dei mercati cittadini e delle modalità da attuare al fine di permetterne lo svolgimento in sicurezza, secondo le indicazioni dell’Asl pervenute giovedì 23. Il Comune di Acqui Terme si è impegnato affinché la riapertura possa avvenire entro i primi giorni di maggio».

I responsabili di Confesercenti e Confcommercio hanno avanzato richiesta di uno sgravio sulle imposte comunali, «a cui il Comune ha dato la propria disponibilità dopo una verifica attenta degli equilibri di bilancio. La Giunta e il Consiglio Comunale hanno confermato la volontà a ridurre in maniera sostanziale le tariffe del COSAP (Canone per l’occupazione permanente di spazi e aree pubbliche), riduzione che al momento non è ancora stata determinata. Inoltre, si valuterà un intervento sulla tassa di scopo al fine di ridurla o eliminarla, per incontrare le esigenze dei commercianti».

Infine, si è parlato di un possibile riduzione dell’IMU, «che potrebbe essere accolta solo dopo aver verificato quali saranno le agevolazioni statali di cui il Comune di Acqui Terme potrebbe beneficiare, e su cui si attendono indicazioni precise riguardanti la possibilità di vincolare tali agevolazioni ad una riduzione dei canoni d'affitto per gli esercenti in locazione».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Novi Ligure

Muore mentre fa
colazione al bar

02 Luglio 2020 ore 11:20
.