Lunedì 19 Agosto 2019

Una 'Casa della Salute' a Rivalta Bormida, "per far fronte alle patologie del territorio"

Firmato il protocollo di intesa tra l'Asl di Alessandria e il Comune di Rivalta Bormida per il nuovo progetto poliambulatoriale "che aprirà entro un anno. Oltre a quattro medici di medicina generale, un pediatra e specialisti di diabetologia, malattie respiratorie e cardiovascolari"

Una 'Casa della Salute' a Rivalta Bormida, "per far fronte alle patologie del territorio"
ALESSANDRIA - Quattro medici di medicina generale, un pediatra e personale infermieristico, 170 metri quadri con tre ambulatori, sale d'attesa e una reception. Entro un anno Rivalta Bormida avrà la sua Casa della Salute. Il nuovo poliambulatorio sorgerà in via Oberdan, all'interno della struttura che già ospita la Residenza per anziani 'La Madonnina'. “Questo progetto si inserisce all'interno di un percorso di innovazione e di sviluppo del servizio sanitario territoriale che vuole mettere al centro i bisogni dei cittadini” commenta Antonio Brambilla, direttore generale dell'Asl AL, presentando il protocollo di intesa firmato mercoledì 27 ad Alessandria insieme al sindaco di Rivalta Claudio Pronzato. La nuova Casa della Salute “sarà un luogo facilmente accessibile e riconoscibile, in cui opererà personale qualificato che avrà a disposizione attrezzature e strumenti informatici all'avanguardia”. Un progetto che trova origine dalla necessità “di prendere in carico le cronicità epidemiologiche della popolazione, nel caso specifico quella dei comuni più periferici“ continua Brambilla. 

La struttura avrà un bacino di utenza “che andrà a comprendere anche diversi comuni limitrofi, ovvero Strevi, Orsara, Montaldo, Morsasco, Prasco e Visone” spiega il sindaco Pronzato, “e i servizi sanitari offerti saranno stabiliti al termine di un percorso condiviso con le amministrazioni comunali convenzionate in base ai bisogni della popolazione e alle patologie presenti sul territorio”. Con ogni probabilità, oltre a quattro medici di medicina generale ed un pediatra,“saranno presenti figure professionali specializzate in diabetologia, malattie respiratorie e scompensi cardiaci, che sono poi le malattie croniche più frequenti nella zona” aggiunge Claudio Sasso, direttore del distretto sanitario unficato di Acqui e Ovada. Il protocollo firmato dall'Asl Al e dal Comune di Rivalta Bormida prevede inoltre l'integrazione della struttura con i servizi sociali del territorio, “in quanto elemento di qualità e miglioramento delle performance che riguardano obiettivi di salute”.   

La Casa della Salute di Rivalta Bormida “è solo uno degli interventi che l'Asl di Alessandria ha in programmazione” sottolinea Antonio Brambilla. “L'unico modo per rinnovare i servizi territoriali è avere una pianificazione condivisa ed inclusiva, una progettualità studiata insieme alle amministrazioni comunali, che hanno il dovere di tutelare la salute dei propri cittadini. Il sindaco Pronzato, da questo punto di vista, va ringraziato per aver capito l'importanza di tale compito”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Molare

Piccoli comuni alla disfida del "porta a porta"

09 Agosto 2019 ore 05:00
.