Venerdì 23 Agosto 2019

Investigatori e telecamere contro chi abbandona i rifiuti

500 euro di multa per chi lascia fuori dai cassonetti rifiuti non pericolosi. Sono già sette le persone scoperte e sanzionate dalla polizia locale che non vuole far 'passare' comportamenti incivili, che evidentemente continuano

Investigatori e telecamere contro chi abbandona i rifiuti
ACQUI TERME - I controlli a tappeto della polizia locale e degli addetti Econet contro chi abbandona i rifiuti per strada continuano, con buoni risultati. 3.500 euro in totale le sanzioni elevate per questo tipo di sgradevole ed incivile trasgressione. Sette verbali, 500 euro di multa a testa. E' questa la cifra per che deve pagare chi abbandona rifiuti non pericolosi. Le attività di sorveglianza da parte della Polizia Municipale sono state rafforzate su tutto il territorio comunale e in particolare nelle periferie, grazie alla nuova organizzazione messa in atto con l'introduzione dei vigili di zona.

L'ultimo in ordine di tempo è un acquese 70enne che ripetutamente abbandonava rifiuti presso gli scavi di
piazza Maggiorino Ferraris, contando inutilmente nell'impunità. 

"Il degrado ambientale – dichiara l’assessore all’Ambiente Maurizio Giannetto – generato dall’abbandono di rifiuti è una preoccupazione percepita dai cittadini, che oltre a provocare problemi di natura ambientale e igienico sanitaria, è inoltre un danno economico per la comunità. Gli incivili sono in mezzo a noi e possono essere persone insospettabili, a cui ogni giorno ci rivolgiamo per l’acquisto di qualche prodotto o per la richiesta di un’informazione. Stiamo, però, mettendo in atto ogni mezzo necessario per reprimere questo disgustoso fenomeno che vanifica gli sforzi eccezionali di molti cittadini virtuosi. Videosorveglianza, investigazione approfondita e segnalazioni cittadine ci permettono di intervenire per punire i trasgressori. Deve essere chiaro che chi non rispetta i suoi concittadini e la nostra città deve essere sanzionato". 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.