Sabato 14 Dicembre 2019

Discarica abusiva a Spinetta. "I reati in materia ambientale sono emergenza anche in Provincia"

Quaranta metri cubi si plastica e altri rifiuti sono stati trovati dai carabinieri del Noe di Alessandria in un'area di circa 200 metri quadrati a Spinetta Marengo, nei pressi dell'ex centro sportivo Bellavita. Sempre più intensa l'attività dei Noe per la prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale

Discarica abusiva a Spinetta. "I reati in materia ambientale sono emergenza anche in Provincia"
CRONACA – Quaranta metri cubi di plastica e altri rifiuti sono stati trovati dai carabinieri del Noe di Alessandria in un'area di circa 200 metri quadrati a Spinetta Marengo, nei pressi dell'ex centro sportivo Bellavita. I rifiuti, in prevalenza materiale plastico, erano in parte nascosti in un capannone. Decisiva, per il ritrovamento della discarica, l'attività investigativa messa in campo dai militari del nucleo operativo ecologico dell'arma al comando di maresciallo Massimo Pittaluga.
Le indagini ora proseguono per tentare di capire da dove provengono quei rifiuti e come sono arrivati a Spinetta.
Sono sempre più numerosi i casi di ritrovamento di discariche abusive, nell'alessandrino e in tutto il nord Italia. Le normative in fatto di smaltimento rifiuti vengono ormai sistematicamente aggirate da chi, per motivi ecomici, smaltisce il materiale in modo illecito.
Il generale comandante dei Noe Maurizio Ferla (nella foto a destra con Pittaluga), che ieri è stato in visita al comando provinciale di via Savona, ha parlato di vera e propria “emergenza”. “Dietro l'attività di smaltimento dei rifiuti – ha spiegato – sempre più spesso si celano reati perseguibili grazie alle nuove normative. E' un fenomeno che sta interessando sempre di più tutto il nord Italia”.
Ne sono coinvolte, spesso inconsapevolmente, anche società pubbliche di raccolta e smaltimento, poiché tramite gara affidano il servizio o parte di esso ad altre società, senza avere però la possibilità di controllare l'intera filiera.
Siamo in una situazione quasi emergenziale – ha ancora sottolineato il generale Ferla – C'è il nostro impegno, a 360°, per la prevenzione e la repressione dei reati in materia ambientale, a partire dalla ricerca di discariche abusive, disseminate ormai ovunque su tutto il territorio nazionale”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo speciale

Il docufilm sulla tragedia
di Quargnento

05 Dicembre 2019 ore 02:00
L'analisi

Mercato
delle seconde case:
il Monferrato piace

05 Dicembre 2019 ore 16:11
Carabinieri

Tre imprenditori
nei guai
per sfruttamento del lavoro

12 Dicembre 2019 ore 14:08
.