Mercoledì 17 Agosto 2022

Politica

Franca Roso e Bruno Barosio, tra dialogo e prudenza...

La Roso pronta a collaborare, Barosio chiede per la nuova Giunta "figure competenti"

12 Luglio 2022 ore 18:24

di Alessandro Francini

La delusione dei partiti. Roso e Barosio, insieme non arrivano al 30%

Bruno Barosio e Franca Roso

ACQUI TERME - Franca Roso e Bruno Barosio si apprestano a ricoprire per la prima volta il ruolo di consiglieri di minoranza. Al primo turno elettorale praticamente a pari merito (14,92% Roso, 14,86% Barosio), i due ex aspiranti sindaci attendono entrambi di sapere i nomi di coloro che andranno a comporre la nuova Giunta.

"La mia sarà opposizione costruttiva"

«La mia sarà un'opposizione costruttiva», assicura Franca Roso, che nel prossimo Consiglio Comunale rappresenterà il centrodestra insieme a Serena Marengo. «È mia intenzione collaborare con la nuova Giunta, soprattutto su determinati argomenti, vedi le Terme. Con il sindaco Rapetti abbiamo già avuto un primo confronto a riguardo. Se la nuova amministrazione mi darà il supporto necessario, in veste di presidente Ancot farò di tutto per portare in città un'assemblea che abbia Acqui come capofila e che riunisca le realtà termali nazionali».
La Roso, e con lei il centrodestra acquese, non sono intenzionati a rimanere semplicemente alla finestra: «Laddove si paleseranno delle criticità nell'azione amministrativa del Comune faremo i debiti rilievi. Sono stata assessore al Bilancio – sottolinea – e proprio su questo aspetto vigilerò con particolare attenzione. Il bilancio del Comune presenta criticità molto serie, che abbiamo affrontato già all'epoca del mio mandato con la Giunta Bertero». Una considerazione, poi, sui battibecchi degli ultimi mesi con il neo sindaco: «Danilo è una persona che stimo molto. Le polemiche della campagna elettorale più che con lui sono sorte nei confronti di certe posizioni assunte dalla sua coalizione. Purtroppo tra noi è mancato un confronto diretto prima dell'annuncio delle rispettive candidature a sindaco. Forse anche io avrei dovuto fare di più per arrivare a questo confronto, ma le tempistiche elettorali probabilmente non hanno aiutato».

"Aspettiamo le nomine di Rapetti"

Più cauto, invece, Bruno Barosio: «Sono molto curioso di sapere chi andrà a comporre la nuova Giunta. Spero vivamente che si tratti di persone competenti riguardo ai settori amministrativi che saranno loro affidati. In tal caso credo sia giusto non giudicare a priori e dare modo agli assessori di dimostrare il proprio valore. Nel caso in cui, però, Rapetti dovesse indirizzare le proprie scelte basandosi su semplici logiche propagandistiche o “di convenienza” - afferma Barosio - allora sarò il primo a farlo notare e a oppormi a questa linea. Il sindaco lancia appelli per la pacificazione, ma è chiaro che anche da parte sua alle parole devono seguire i fatti».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.