Martedì 05 Luglio 2022

Musica

Questa sera al Teatro Romano al via l'Ajm Jazz Festival

Primo appuntamento della rassegna ideata dall'associazione Antithesis

ajm-festival-musica-acqui

Aldo Zunino al contrabbasso

ACQUI TERME - Questa sera alle 21, al Teatro Romano di via Scatilazzi, va in scena il primo appuntamento dell'AJM Jazz Festival, ideato e organizzato dall’associazione Antithesis con Lazzarino  e Caviglia. Il festival prende il via da Acqui Terme per poi proseguire con altre date in provincia.

Il concerto d’apertura è tenuto da un’autentica "all stars band" costituita da  alcuni docenti degli Antithesis Jazz Meetings: Mila Ogliastro - voce, Stefano Riggi – sax, Andrea Pozza – pianoforte, Aldo Zunino – contrabbasso, Carlo Milanese – batteria. Un "jazz combo" davvero pregevole, che eseguirà brani della tradizione jazzistica in una chiave interpretativa viva ed attuale, sviluppata negli anni suonando con i più grandi artisti del panorama mondiale quali, tanto per citarne alcuni, Harry “Sweets” Edison, Chet Baker, George Coleman, Lee Konitz, Sal Nistico. 

I workshop AJM, che si tengono a cadenza mensile con docenti sempre  diversi, cercano di creare le condizioni di apprendimento per esperienza diretta che esistevano all’epoca d’oro del Jazz, quando un sostrato di clubs e locali  formava una rete attraverso la quale i musicisti si incontravano e scambiavano il  loro talento, il loro stile e le loro personalità, contribuendo a creare il linguaggio arrivato fino a noi attraverso le registrazioni, che costituiscono la vera testimonianza della tradizione jazzistica.  

Le note della solidarietà

Alla sua prima edizione, il Festival ha già acquisito la collaborazione con il Torino Jazz Festival Piemonte e Piemonte dal vivo. La prima data acquese è organizzata in collaborazione con il Comune di Acqui Terme nell’ambito di AcquiLimpiadi, con Aido in occasione dei 40 anni del Gruppo Comunale “Sergio Piccinin” e del Csvaa. Un momento di grande musica che si  veste di solidarietà anche per il sostegno al progetto “Zonta Alessandria - emergenza Ukraine” che vede coinvolti la città di Acqui Terme e altri comuni delle province di Alessandria, Asti e Cuneo nella raccolta fondi per esigenze sanitarie e  per l’aiuto ai rifugiati ukraini a fianco di Zonta Club Alessandria. Parte dell’incasso –  biglietto di ingresso 10 euro – sarà devoluto a questa finalità.
Il festival proseguirà con una data il 6 agosto, ancora ad Acqui, presso la Sala Santa Maria in via Barone 3, che comprenderà un breve workshop aperto al pubblico. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.