Lunedì 18 Gennaio 2021

Covid

Visone: 8 i nuovi positivi, 10 in attesa di tampone

Il sindaco Delorenzi: "Diffidate dai pettegolezzi"

«Nessun nuovo positivo, ma servono tamponi per casi sospetti»

VISONE - Il sindaco di Visone, Manuela Delorenzi ieri ha fatto il punto settimanale della situazione Covid. «Sono attualmente 8 le persone risultate positive al virus durante la settimana passata e ci sono circa una decina di persone in attesa dell’esito del tampone – informa - Altri invece sono completamente guariti e risultati negativi all’ultimo tampone effettuato. A loro va il nostro in bocca al lupo e condividiamo con gioia il loro sollievo». 

L’occasione social porta il sindaco a dirimere alcuni dubbi serpeggianti tra i cittadini.  «Sulla base della circolare del Ministero della Salute del 12 ottobre 2020, la ‘quarantena’ interessa le persone sane che sono venute a contatto con un positivo e potrebbero essere potenzialmente esposte al rischio infettivo, senza che ancora abbiano effettuato un tampone – spiega - Per tali persone è consigliato di rimanere a casa ed attendere lo sviluppo della situazione (di essere sottoposti a tampone o che passino un numero sufficiente di giorni tale da essere ragionevolmente certi di non essere stati contagiati, in accordo con il proprio medico curante ed il personale sanitario territoriale). L’ ‘isolamento’ riguarda i casi accertati di sars-cov-2, ovvero tutte le persone che hanno un tampone positivo che devono separarsi dalla comunità ed evitare in tutti i modi la trasmissione dell'infezione.

I nominativi delle persone che quotidianamente vengono segnalate essere in quarantena o in isolamento, sul territorio comunale, sono trasmessi al sindaco che a sua volta li trasmette alle forze dell’ordine ed alla protezione civile di Acqui Terme, secondo protocolli ben stabiliti e sotto il vincolo di rigorosa tutela della privacy loro e dei familiari. Sindaco, Forze dell’Ordine e persone direttamente interessate sono gli unici informati della situazione sanitaria di ciascun soggetto, non amministratori di condominio, non vicini di casa o altro. Pertanto non intendiamo più tollerare da parte di nessuno delazioni, minacce o atteggiamenti intimidatori, tantomeno sulla base di informazioni imprecise o non corrette». 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La lettera

Il direttore rimette
il mandato

17 Gennaio 2021 ore 16:49
Video

Branchi di lupi
in provincia

07 Gennaio 2021 ore 11:29
.