Sabato 28 Novembre 2020

Acqui Terme

Al 'Galliano' cala il numero dei pazienti Covid, «ma a domicilio più di 220 positivi»

Il punto della situazione del sindaco Lorenzo Lucchini

Al 'Galliano' cala il numero dei pazienti Covid, «ma a domicilio più di 220 positivi»

ACQUI TERME - All'ospedale 'Galliano' da tre giorni il numero dei ricoveri è in lieve ma costante calo: dai 56 posti letto occupati da pazienti Covid fino alla mattinata di martedì i dati forniti dall'Asl ci dicono che sono al momento 46 i degenti contagiati ospitati nel nosocomio acquese. «Finalmente un aggiornamento un po' più leggero del solito. Nelle ultime 24-36 ore, infatti, il numero dei ricoveri all'ospedale Galliano si è un po' ridimensionato - ha sottolineato il sindaco Lucchini nel video di aggiornamento pubblicato nella serata di ieri sulla propria pagina Facebook - Diversi pazienti sono stati trasferiti all'ospedale di Ovada. In terapia intensiva, però, tutti i posti lesto sono occupati da 6 pazienti che non provengono dall'Acquese. Resta ancora importante il numero delle persone costrette all'isolamento domiciliare, ad Acqui abbiamo superato le 220 unità. Questo è il segno che la diffusione del virus è comunque molto attiva. Ringrazio i cittadini perché insieme alle forze dell'ordine abbiamo constatato una sensibile diminuzione delle persone in circolazione. Questo è certamente uno dei mezzi attraverso il quale si può davvero contenere la diffusione dei contagi».

Situazione case di riposo: «Insieme ai sindaci del territorio - afferma Lucchini - stiamo monitorando affinché si ridimensioni anche in queste strutture il numero di pazienti e operatori contagiati. Voglio ringraziare a nome di tutta l'amministrazione comunale i medici Usca, che ci stanno dando un grande supporto. Ci rincuora molto aver saputo nella videoconferenza di ieri (mercoledì 11) con gli altri sindaci dei centri zona e una delegazione della dirigenza dell'Asl che si sta lavorando in modo intenso ad un protocollo rivolto al potenziamento delle unità Usca e degli infermieri che operano a livello territoriale. Sapere che i numeri pian piano iniziano a diminuire per lo meno ci fa ben sperare. Vorrei veder calare anche il numero delle positività a domicilio, ma so bene che questo al momento è molto difficile. Spero che pian piano molte di queste persone possano tornare alla loro vita normale. Domani - conclude il Sindaco - ci riuniremo in commissione per cercare di capire come attivare un piano di raccolta fondi per potenziare il sostegno per le persone che in questo momento hanno una precarietà economica maggiore». 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

La curiosità

I The Show? Stanno girando i loro video da Casale

23 Novembre 2020 ore 17:23
.