Martedì 24 Novembre 2020

Acqui Terme

Approvata la nuova planimetria: il mercato torna in corso Italia

All'originaria disposizione si aggiungerà anche una parte di corso Bagni e via Ghione

Anagrafe: Acqui  tra i primi Comuni alessandrini

ACQUI TERME - Ora è ufficiale: nel giro di poche settimane, il mercato bisettimanale tornerà ad animare – nel rispetto del distanziamento sociale e delle norme sanitarie – piazza San Francesco e piazza Italia, con l'aggiunta di una parte di corso Bagni. Il consiglio comunale, infatti, ha approvato all'unanimità la nuova planimetria che regolerà la disposizione dei banchi. La modifica all'originaria disposizione (quella “pre Covid”) si è resa necessaria per aumentare le condizioni di sicurezza e per realizzare la corsia destinata al passaggio dei mezzi di soccorso.

«Siamo venuti incontro alla legittima attesa degli operatori mercatali - dichiara il sindaco Lucchini - per poter riprendere la propria attività nel centro storico, e ridare a tutti i cittadini il tradizionale mercato. Ci siamo impegnati per soddisfare le esigenze di numerosissimi attori coinvolti, rispettando allo stesso tempo tutte le norme di distanziamento sociale e soprattutto risolvendo dopo anni e anni il problema della corsia per il passaggio dei mezzi di emergenza. Sono convinto che questa sistemazione sia il giusto compromesso tra la necessità di dover garantire la sicurezza e il rispetto delle norme, le esigenze degli utenti che possono così tornare a frequentare il mercato con maggiore comodità nel centro storico e le richieste degli ambulanti, che hanno bisogno di lavorare al meglio per superare le difficoltà generate da questa emergenza sanitaria. Ho personalmente seguito ogni fase del lavoro e voglio ringraziare tutti coloro che hanno operato insieme a me in una complicata mediazione tra le parti. Ora possiamo tornare a vivere la città, i suoi spazi e i suoi servizi, ricordandoci sempre di mantenere la giusta attenzione in questo momento di recrudescenza del contagio».

I mercatali andranno a cambiare in gran parte le loro dislocazioni. Il numero delle bancarelle resterà lo stessso (46) ma queste dovranno essere disposte aumentando gli spazi tra loro. La una nuova dislocazione delle panchine di corso Italia, infatti, è stata concepita per recuperare spazio e cederlo alle bancarelle. Tre banchi saranno posizionati in via Ghione, soluzione che sarà riconsiderata nel corso di due revisioni semestrali.

«Abbiamo fatto considerazioni anche in merito alle due occasioni in cui si incroceranno fiera e mercato: in questo caso, l'accordo è quello di riposizionare i banchi del mercato in piazza Maggiorino Ferraris. Ovviamente se ne riparlerà il prossimo anno in occasione della fiera di San Guido. Abbiamo impiegato diversi mesi di lavoro per soddisfare le tante parti in causa» ha aggiunto Lucchini.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

Animalisti

Caccia in zona rossa? "Il solito favore ingiustificato"

14 Novembre 2020 ore 12:28
Il lutto

Il Covid si porta via
Pier Paolo Caniggia

22 Novembre 2020 ore 13:48
.