Venerdì 23 Ottobre 2020

Acqui Terme

Lucchini: «In città 14 positivi, al 'Galliano' un paziente con sintomi lievi»

«La situazione delle scuole è sotto controllo, sta andando meglio del previsto»

Lucchini: «In città 14 positivi, al 'Galliano' un paziente con sintomi lievi»

ACQUI TERME - Ieri sera, per la prima volta dopo ormai diverso tempo, il sindaco di Acqui Lorenzo Lucchini è tornato a rendere conto ai cittadini della situazione sui contagi da coronavirus in città. «In questi giorni si sta registrando un contenuto ma evidente rialzo del numero dei Covid positivi. Per fortuna - ha spiegato il primo cittadino - i casi vengono per lo più trattati a livello domiciliare. Nel loro complesso, però, stanno cominciando a congestionare la struttura sanitaria provinciale. Da oggi, infatti, (ovvero ieri sera, mercoledì 14, ndr) l'ospedale 'Galliano' inizierà a ospitare per la prima volta dopo diversi mesi i pazienti contagiati dal coronavirus (al momento un solo paziente, con sintomi lievi, ndr) che fino a ieri potevano essere tranquillamente dirottati verso l'ospedale di Casale. Non escludiamo che nelle prossime settimane possa essere riallestito un reparto Covid all'interno del nostro nosocomio, ma è una decisione che verrà presa solo più avanti, anche in relazione al numero dei casi che via via registreremo».

Al momento sul territorio acquese si contano 14 casi, per lo più in degenza casalinga. «Paradossalmente quello che più si temeva riguardo alle scuole per fortuna non si è verificato. Nei nostri istituti finora si è verificato un solo caso di positività accertata, questo certifica il buon lavoro fatto di concerto con le istituzioni. Certamente le preoccupazioni che abbiamo oggi non sono più quelle della scorsa primavera, perché ora i protocolli terapeutici sono ben più definiti e sicuri di 6-7 mesi fa. Va comunque ricordato che le disposizioni del nuovo Dpcm vanno osservate con scrupolo».

Come già annunciato nel corso della serata dello scorso venerdì sulla prevenzione al Covid organizzata all'ex Kaimano, nei prossimi giorni Palazzo Levi sta già intensificando i controlli sia nei locali che nei supermercati. «Entro la prossima settimana - ha aggiunto Lucchini - molto probabilmente sul sito del Comune sarà pronta la piattaforma che raccoglierà tutte le domande dei cittadini alle quali risponderanno professionisti: consulenti del Sisp, pediatri, medici internisti. In questo momento si possono già spedire domande allo spazio "Ufficio relazioni con il pubblico"».

In ultimo, il Sindaco ha parlato del censimento dei defibrillatori sul territorio comunale: «Sta per ultimarsi il lavoro fatto insieme ai Lions delle Colline acquesi e al Centro Medico 75 che a breve ci permetterà di realizzare delle mappe che indicheranno la presenza sul territorio comunale di tutti i defibrillatori disponibili. Se palestre o farmacia hanno questo tipo di dispositivi a disposizione possono segnalarcelo, così da aggiungerli alla mappa».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

La tragedia

“I Vincenti responsabili”. Il Gup: imprudente...

20 Ottobre 2020 ore 18:25
novi ligure

Villa Minetta, va deserta l'asta: nessuno la vuole

22 Ottobre 2020 ore 08:15
.