Mercoledì 21 Ottobre 2020

Mercato

Ambulanti: «Il Sindaco ha dato la sua parola: presto i banchi in corso Italia»

Colloquio telefonico tra Davide Giancale e il sindaco Lorenzo Lucchini, che ha dato rassicurazioni

L'ex sindaco: «Agevolazioni al commercio, niente tassa sui mercati»

ACQUI TERME - Dopo il dibattito sollevato nei giorni scorsi a seguito di alcune testimonianze rilasciate agli organi di stampa dagli ambulanti del mercato acquese, nella giornata di sabato il sindaco Lorenzo Lucchini ha avuto un confronto telefonico con Davide Giancale, portavoce dei mercatali. Un colloquio a quanto pare proficuo e che alimenta fiducia riguardo ad un prossimo ritorno dei banchi nella sede originaria di corso Italia e piazza San Francesco.

«Il sindaco ha confermato che ci sarà il rientro in centro da parte del mercato con tutti i miglioramenti necessari. Non avevamo mai dubitato della sua parola - sottolinea Giancale - in quanto lo abbiamo sempre considerato una persona che mantiene le proprie promesse. Nonostante i toni accesi degli ultimi giorni, comprende quanto questi siano solo lo sfogo di lavoratori preoccupati del proprio futuro. Le tempistiche, d'altronde, stavano diventato davvero troppo lunghe».

La speranza degli ambulanti è che «il ritorno in centro avvenga il più velocemente possibile affinché si determini una condizione di lavoro adeguata in tutti i criteri di sicurezza e commerciali e non siano più necessari altri spostamenti». A nome dei colleghi, Davide Giancale tiene poi a precisare che non era intenzione dei mercatali dare alla questione alcuna sfumatura politica, «totalmente fuori luogo. Il discorso è ben diverso, perché, semplicemente, noi intendiamo salvaguardare quelle sinergie di intenti allo scopo di individuare soluzioni benefiche per tutti. Sembra che si intraveda un po' di luce in fondo al tunnel, speriamo di festeggiare al più presto il nostro ritorno in corso Italia e piazza San Francesco».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

La tragedia

“I Vincenti responsabili”. Il Gup: imprudente...

20 Ottobre 2020 ore 18:25
.