Domenica 31 Maggio 2020

Coronavirus

I morti per Covid? Dati contrastanti

Nel bimestre marzo/aprile sono stati registrati 174 decessi, 80 dei quali per Covid (o virus come concausa)

I morti per Covid? Dati contrastanti

ACQUI TERME - Finito il mese di aprile, facciamo un’analisi sull’andamento dei decessi avvenuti nella città di Acqui Terme nell’ultimo bimestre. Per capire meglio l’entità del fenomeno raffrontiamo il dato statistico con quello dell’anno scorso.

Nel bimestre marzo/aprile 2019 il totale dei decessi avvenuti nella città bollente è stato pari a 85 unità di cui 15 in casa (7 maschi e 8 femmine) e 70 in strutture sanitarie, ospedale e case di riposo (38 maschi e 32 femmine).

Nel bimestre marzo/aprile 2020, il totale dei decessi è salito a 174 unità, di cui 15 in casa (5 maschi e 10 femmine) e 159 (79 maschi e 80 femmine) in strutture sanitarie.

Dal dato quantitativo passiamo a quello qualitativo collegato all’emergenza coronavirus. Le informazioni sanitarie chiariscono che nel bimestre scorso i decessi per Covid-19 o nei quali il virus è descritto come concausa sono stati 80 di cui 77 in ospedale (42 maschi e 35 femmine) e 3 donne alla Residenza Il Platano. A questi si aggiungono 22 casi sospetti, quelli per i quali le analisi dei tamponi sono ancora in corso, oppure il medico legale ha verbalizzato la sospetta infezione da Covid in assenza di strumenti indefettibili di diagnosi. Di questi casi ‘dubbi’, 18 sono morti in ospedale (13 femmine, 5 maschi), 2 all’Rsa ‘Mons. Capra’ (un maschio e una femmina), una donna al Platano ed una ancora in casa.

I numeri forniti dal Comune di Acqui, però, sono diversi. Nell’ultimo bollettino il sindaco Lorenzo Lucchini dichiarava: «Al momento si registrano ad Acqui Terme 61 decessi accertati per Covid-19 dall’inizio dell’emergenza, di cui 14 di persone residenti in città e 47 residenti in altri Comuni. Sono 46 i decessi per cause non ancora definite, per i quali sono in corso verifiche da parte delle autorità competenti. I dati risultano pertanto incompleti e sicuramente imprecisi».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'editoriale

I medici e gli infermieri costretti
al silenzio

29 Maggio 2020 ore 08:24
.