Giovedì 17 Ottobre 2019

L'indagine

Juve, arresto capi ultrà: due tifosi alessandrini ai domiciliari

Operazione e perquisizioni della Polizia di Torino

Juve, arresto capi ultrà: misura restrittiva ad Acqui, perquisizione a Valenza

ALESSANDRIA - Dodici misure cautelari: l’operazione della Polizia di Torino riguarda i capi e i principali referenti dei gruppi ultrà bianconeri. 

Associazione a delinquere, estorsione aggravata, auto riciclaggio e violenza privata, queste le accuse mosse dagli inquirenti, coordinati dalla Procura di Torino, alle persone coinvolte.

Le azioni sono state messe in atto fin dalle prime luci dell’alba, e hanno toccato anche Alessandria: un’ordinanza è stata eseguita ad Acqui Terme, mentre a Valenza è stata eseguita una perquisizione.

Trentasette, complessivamente, gli indagati. Sono stati sequestrati striscioni e materiale di stampo fascista in alcune abitazioni e nascondigli segreti. 

L’indagine ha preso il via da una denuncia presentata dalla Juventus. Si parlò di alcuni vantaggi concessi ai gruppi ultras ripristinati dopo che erano stati soppressi. 

Seguono aggiornamenti.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Quattordio

Sbandata fatale in moto,
muore a 16 anni

06 Ottobre 2019 ore 17:34
serravalle scrivia

Fashion Festival, all'Outlet la carica dei 75 mila

15 Ottobre 2019 ore 05:30
Quattordio

Tragedia della strada,
muore a 16anni

06 Ottobre 2019 ore 16:04
.